Vittoria del console Valerio

Inzio: Post pugnam magnus terror Tarquinio atque Etruscis adfuit. Itaque nocte ..., Fine: Velia monte, quod cupiditatem regni in eo monstrabat

Dopo la battaglia un grande timore ci fu in Tarquinio e negli Etruschi.

E così di notte entrambi gli eserciti, di Veio e di Tarquinia, si avvicinarono alle loro case. Intervennero anche fatti miracolosi in questo combattimento: nel silenzio della notte una voce stentorea pronunciò queste parole nel bosco: «I Romani sono i più forti in guerra». Dopo che sopraggiunse il giorno, i nemici non si trovavano presenti.

E così il console Paolo Valerio riunì le spoglie e abbandonò il posto; fece poi con grande pompa il funerale del console Bruto;

venne meno tuttavia il favore del popolo, perché gli animi del popolo sono mutevoli. Queste furono le cause del sospetto: infatti non aveva surrogato un collega al posto di Bruto e costruiva una casa sul monte Velia, che mostrava in lui la brama di potere.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-21 10:10:28 - flow version _RPTC_G1.1