Chi è saggio non segue il volgo - Versione latino Seneca Maturità 2023

Non est per se magistra innocentiae solitudo nec frugalitatem docent rura, sed ubi testis ac spectator abscessit, vitia subsidunt, quorum monstrari et conspici fructus est. Quis eam quam nulli ostenderet induit purpuram?

quis posuit secretam in auro dapem? quis sub alicuius arboris rusticae proiectus umbra luxuriae suae pompam solus explicuit? Nemo oculis suis lautus est, ne paucorum quidem aut familiarium, sed apparatum vitiorum suorum pro modo turbae spectantis expandit.

Ita est: inritamentum est omnium in quae insanimus admirator et conscius. Ne concupiscamus efficies si ne ostendamus effeceris. Ambitio et luxuria et inpotentia scaenam desiderant: sanabis ista si absconderis. Itaque si in medio urbium fremitu conlocati sumus, stet ad latus monitor et contra laudatores ingentium patrimoniorum laudet parvo divitem et usu opes metientem.

Contra illos qui gratiam ac potentiam attollunt otium ipse suspiciat traditum litteris et animum ab externis ad sua reversum.

La solitudine non è per sé maestra d'innocenza né la campagna (letteralmente rura è neutro plurale così come è docent plurale) insegna (lett plur) la frugalità, ma appena il testimone e l'osservatore si è allontanato, svaniscono i vizi, il cui esito consiste nell'essere messi in bella mostra e osservati.

Chi ha indossato quella porpora per non mostrarla ad alcuno? Chi ha imbandito un banchetto appartato nello sfarzo (lett nell'oro)? Chi disteso sotto l'ombra di qualche albero di campagna ha posto da solo [in bella mostra] la pompa della propria lussuria?

Nessuno è lauto per il proprio sguardo [oculos, i al pl = sguardo], neppure [per lo sguardo] di pochi o dei familiari, ma amplifica l'apparato dei propri vizi a misura della folla che [lo] osserva. È così: l'ammiratore anche consapevole è (costituisce) l'incitamento di tutte le cose verso cui smaniamo. Per non desiderare, se [ci] sarai riuscito farai in modo di non ostentare. L'ambizione, la lussuria e l'impotenza desiderano una scena: sanerai queste cose se ti terrai appartato. Pertanto se siamo collocati al centro del fremito delle città, stia a fianco come un consigliere e in antitesi agli elogiatori degli ingenti patrimoni, lodi chi è ricco del poco e misura le risorse in base all'uso (praticità).

Questo stesso osservi il riposo diversamente da quelli che innalzano il favore e la potenza per affidarsi alle lettere e riversare l'animo dalle cose esterne alle proprie.

Traduzione letterale di Maria Di Lorenzo per skuolasprint.it

Versione tratta da Seneca Lettere a Lucilio, Libro XV 69-72

Analisi sintattica

I numeri contrassegnano le diverse proposizioni e le lettere gli elementi sintattici specifici di ciascuna di esse

1. non est ... solitudo proposizione principale
A non est copula
B solitudo nominativo soggetto
C magistra nominativo nome del predicato
D Innocentiae genitivo complemento di specificazione riferito a magistra
E per se per più accusativo complemento di mezzo

2. nec frugalitatem ... rura
A nec legamento logico docent predicato verbale
B rura nominativo soggetto
C frugalitatem accusativo complemento oggetto

3. sed vitia subsidunt coordinata alla principale
A sed legamento logico avversativo
B subsidunt predicato verbale
C vitia nominativo soggetto

4. ubi ... abscessit subordinata con valore temporale introdotta dal legamento logico di tipo temporale ubi
A abscessit predicato verbale
B testis ac spectator nominativi soggetti con legamento logico ac

5. quorum ... est subordinata relativa dipendente dalla proposizione sed
A quorum genitivo complemento di specificazione dipendente da fructus
B est predicato verbale (in questo caso non si tratta di copula)
C fructus nominativo soggetto
D monstrari et conspici infiniti sostantivati introducono un complemento di fine o scopo

6 quis eam induit purpuram proposizione principale interrogativa diretta semplice
A induit predicato verbale
B quis nominativo soggetto
C eam purpuram accusativo complemento oggetto più attributo

7. quam nulli ostenderet subordinata finale espressa da una relativa impropria
A quam accusativo complemento oggetto
B ostenderet predicato verbale
C nulli dativo complemento di termine

8 quis ... dapem proposizione principale interrogativa diretta semplice
A posuit predicato verbale
B quis nominativo soggetto
C secretam dapem accusativo complemento oggetto più attributo
D in auro in più ablativo stato in luogo figurato

9. quis luxuriae suae pompam solus explicuit proposizione principale interrogativa diretta semplice
A explicuit predicato verbale
B quis solus nominativo soggetto più attributo
C pompam accusativo complemento oggetto
D luxuriae suae genitivi compl di specificazione più attributo

10. sub alicuius arboris rusticae proiectus umbra proposizione subordinata con valore temporale espressa dal participio contiunto proiectus
A proiectus predicato verbale riferito al gruppo del soggetto quis solus
B sub umbra sub più ablativo stato in luogo 
C alicuius arboris rusticae genitivi complemento di specificazione più attributi riferito a umbra

11. nemo oculis suis lautus est ne paucorum quidem aut familiarum proposizione principale
A est copula
B nemo nominativo soggetto
C lautus bnominativo aggettivo del predicato
D oculis suis dativo di vantaggio
E ne quidem locuzione logica per esprimere correlazione
F paucorum genitivo complemento di specificazione riferito a oculis
G aut legamento logico
H familiarum genitivo compl di specificazione retto da oculis

12. sed ... expandit coordinata alla principale dal legamento logico con valore avversativo sed
A expandit predicato verbale
B apparatum accusativo complemento oggetto
C vitiorum suorum genitivi compl di specificazione più attributo riferito a apparatum
D pro modo in questo caso il pro a valore limitativo pro modo compl. di limitazione
E turbae spectantis genitivi compl di specificazione riferito a modo spectantis funge da participio congiunto che in forma esplicita traduce una proposizione relativa

13. ita est principale

14. inritamentum est omnium admirator et conscius proposizione principale
A est copula
B admirator et conscius nominativi soggetto
C inritamentum nominativo nome del predicato
D omnium genitivo compl di specificazione riferito a inritamentum

15. in quae insanimus proposizione subordinata relativa
A in quae in più accusativo moto a luogo figurato
B insanimus predicato verbale

16. efficies proposizione principale efficies predicato verbale funge da apodosi nel periodo ipotetico

17. ne concupiscamus subordinata proposizione finale concupiscamus predicato verbale

18. si effeceris protasi prop condizionale introdotta da si effeceris predicato verbale

19. ne ostendamus completiva subordinata retta da efficies ostendamus predicato verbale

20. ambitio ... desiderant proposizione principale
A desiderant predicato verbale
B ambitio et luxuria et inpotentia nominativi soggetti coordinati dal connettivo logico et
C scaenam accusativo complemento oggetto

21. sanabis ista principale funge da apodosi sanabis predicato verbale ista accusativo complemento oggetto

22. si absconderis protasi subordinata all'apodosi si introduttore della condizionale absconderis predicato verbale

23. itaque si ... conlocati sumus protasi condizionale retta dalla principale stet... del punto

24. A conlocati sumus predicato verbale
B in medio fremitu in più ablativo stato in luogo più attributo
C urbium genitivo compl di specificazione

24. stet ad latus monitor principale apodosi
A stet predicato verbale
B monitor nominativo funge da apposizione al soggetto sottinteso riferito al saggio
C ad latus ad più accusativo moto a luogo

25. et contra laudatores ... metientem coordinata alla principale
A laudet predicato verbale
B contra laudatores contra più accusativo compl avversativo
C ingentium patrimoniorum genitivi compl. di specificazione più attributo riferito a laudatores
D divitem accusativo complemento oggetto
E et metientem participio congiunto con valore di proposizione relativa riferito all'accusativo divitem
F parvo ablativo semplice complemento di quantità
G opes accusativo compl oggetto retto dal participio congiunto metientem
H usu ablativo semplice complemento di limitazione

26. contra illos otium ipse suspiciat proposizione principale
A suspiciat predicato verbale
B contra illos contra più accusativo compl. avversativo
C ipse nominativo soggetto
D otium accusativo compl oggetto

27. qui ... attollunt proposizione subordinata relativa
A qui nominativo soggetto
B attollunt predicato verbale
C gratiam ac potentiam accusativi compl oggetti coordinati dal legamento logico ac

28. traditum litteris subordinata con valore finale espressadal supino attivo traditum
A traditum predicato verbale
B litteris dativo compl di termine

29. et animum ... reversum coordinata alla subordinata con valore finale entrambe rette dalla principale espressa dal verbo suspiciat
A reversum predicato verbale supino attivo che funge da finale
B animum accusativo compl oggetto
C ab externis ab più ablativo moto da luogo figurato
D ad sua ad più accusativo moto a luogo figurato

Copyright © 2007-2024 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2024 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2024-04-30 10:58:57 - flow version _RPTC_G1.3