Prodigi che annunciano la nascita di Alessandro - Plutarco versione greco hellenikon phronema

Λεγεται δε Φιλιππος εν Σαμοθρακη τη Ολυμπιαδι συμμυηθεις, αυτος τε μειρακιον ων ετι κακεινης παιδος ορφανης γονεων ερασθηναι, και τον γαμον ουτως αρμοσαι, πεισας τον αδελφον αυτης Αρυββαν.

Η μεν ουν νυμφη προ της νυκτος, η συνειρχθησαν εις τον θαλαμον, εδοξε βροντης γενομενης εμπεσειν αυτης τη γαστρι κεραυνον, εκ δε της πληγης πολυ πυρ' αναφθεν, ειτα ρηγνυμενον εις φλογας παντη φερομενας διαλυθηναι. Ο δε Φιλιππος υστερω χρονω μετα τον γαμον ειδεν οναρ αυτον επιβαλλοντα σφραγιδα τη γαστρι της γυναικος· η δε γλυφη της σφραγιδος ως ωετο λεοντος ειχεν εικονα.

Των δ' αλλων μαντεων υφορωμενων την οψιν, ως ακριβεστερας φυλακης δεομενων τω Φιλιππω των περι τον γαμον, Αριστανδρος ο Τελμησσευς κυειν εφη την ανθρωπον, ουθεν γαρ αποσφραγιζεσθαι των κενων και κυειν παιδα θυμοειδη και λεοντωδη την φυσιν.

Ωφθη δε ποτε και δρακων κοιμωμενης της Ολυμπιαδος παρεκτεταμενος τω σωματι, και τουτο μαλιστα του Φιλιππου τον ερωτα και τας φιλοφροσυνας αμαυρωσαι λεγουσιν, ως μηδε φοιταν ετι πολλακις παρ' αυτην αναπαυσομενον, ειτε δεισαντα τινας μαγειας εη αυτω και φαρμακα της γυναικος, ειτε την ομιλιαν ως κρειττονι συνουσης αφοσιουμενον.

Traduzione dal libro hellenikon phronema
versione numero 58 pagina 43

Si dice che Filippo mentre da fanciullo veniva iniziato ai misteri nell'isola di Samotracia insieme con Olimpia, che era orfana dei genitori, se ne innamorò e di lì a poco, ottenuto il consenso dal fratello di lei, Aribba, la sposò.

La notte precedente al matrimonio la fanciulla ebbe una visione in cui le sembrava che un fulmine, scoppiato con grande fragore, la colpisse al ventre e che dalla ferita si sprigionasse una massa di fuoco con delle fiamme che guizzavano di qua e di là, finché la vampa non si spense. Successivamente, dopo le nozze, Filippo sognò di marchiare il ventre nudo della moglie con un sigillo che vi lasciava impressa l'immagine di un leone.

Gli indovini non diedero gran peso a quel sogno, interpretandolo solo nel senso che Filippo doveva prendersi maggior cura della moglie. Aristandro di Telmesso, invece, dopo aver fatto notare che nessun sigillo viene impresso su ciò che è vuoto, sentenziò che la donna era incinta e che avrebbe partorito un ragazzo coraggioso e dalla forza di un leone.

Una volta poi, mentre Olimpiade dormiva, fu anche visto un serpente disteso accanto al corpo, e dicono che soprattutto questo smorzò la passione e l'affetto di Filippo, a questo episodio egli attenuò le sue effusioni amorose verso la moglie sino a diradare i suoi incontri notturni con lei, vuoi perché temeva che la donna potesse fargli dei sortilegi, vuoi perché, convinto che avesse rapporti con un essere superiore, voleva evitare di toccarla.

release check: 2020-03-20 23:07:50 - flow version _RPTC_H2.4