Catilina Sallustio Versione Sallustio - SkuolaSprint

Catilina
Autore: Sallustio libro VERTE MECUM

L. Catilina, nobili genere natus, fuit magna vi et animi et corporis, sed ingenio malo pravoque.

Catilina, nato di nobile stirpe, fu di grande vigore d'animo e di membra, ma d'ingegnomalvagio e vizioso.

Fin dalla prima giovinezza gli piacquero guerre intestine, stragi, rapine, discordie civili, e in esse spese tutta la sua gioventù. Il corpo resistente alla fame, al gelo, alleveglie oltre ogni immaginazione. Animo temerario, subdolo, mutevole, simulatore edissimulatore di qualsivoglia cosa, avido dell'altrui, prodigo del suo, ardente nelle cupidigie, faciledi parola, niente di saggezza.

Spirito vasto, anelava sempre alle cose smisurate, al fantastico, all'immenso. Dopo la dominazione di L. Silla, era stato invaso da una sfrenata cupidigiad'impadronirsi del potere, senza farsi scrupolo della scelta dei mezzi pur di procurarsi il regno.

Sempre di più, di giorno in giorno quell'animo fiero era agitato dalla povertà del patrimonio e dal rimorso dei delitti, entrambi accresciuti dai vizi sopra ricordati. Lo incitavano, inoltre, i costumid'una cittadinanza corrotta, tormentata da due mali funesti e fra loro discordi, il lusso e l'avidità.

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-11-21 23:51:01 - flow version _RPTC_G1.1