Giugurta corrompe la legazione romana

Vicit tamen in senatu pars illa quae vero pretium, ...

In senato tuttavia vinse, quella parte che che anteponeva una ricompensa o il favoritismo.

Ne derivò un decreto in ogni modo che dieci commissari dividessero il regno che Micipsa aveva ottenuto tra Giugurta ed Aderbale. Di questa ambasciata fu capo L. Opiomio, uomo famoso e allora autorevole in senato, poiché console, uccisi Gaio Gracco e Marco Fulvio in modo molto crudele, aveva diretto la vittoria della nobiltà sulla plebe.

Benchè Giugurta lo avesse avuto a Roma fra gli amici tuttavia lo accolse con moltissimo riguardo, facendogli e dandogli molte cose (tali) da anteporre gli interessi del re alla sua reputazione, al suo onore e a tutti i suoi doveri. Circuendo per la stessa via gli altri legati, (Giugurta) ne guadagnò alla sua causa la maggior parte;

soltanto a pochi fu più cara la fedeltà che il denaro. Nella divisione, gli toccò la Mauritatia che è una parte della Numidia, nel territorio più fertile e la più popolato; Aderbale ebbe l'altra parte che, più ricca di porti era adornata con grandi edifici e che era più potente più in apparenza che nell'utilità.

Testo latino completo

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-11-21 23:51:36 - flow version _RPTC_G1.1