La forza di Silla sta nell'ignavia dei Romani

La forza di Silla sta nell'ignavia dei Romani
(Sallustio)

Neque iam quid existumetis de illo, sed quantum audeatis vereor, ne alius alium principem expectantes ante capiamini, non opibus eius, quae futiles et corruptae sunt, sed vostra socordia, qua raptum ire licet et quam audeat, tam videri Felicem.

Nam praeter satellites commaculatos quis eadem volt aut quis non omnia mutata praeter victoriam? Scilicet milites, quorum sanguine Tarulae Scirtoque, pessumis servorum, divitiae partae sunt? An quibus praelatus in magistratibus capiundis Fufidius, ancilla turpis, honorum omnium dehonestamentum? Itaque maxumam mihi fiduciam parit victor exercitus, cui per tot volnera et labores nihil praeter tyrannum quaesitum est. Nisi forte tribuniciam potestatem evorsum profecti sunt per arma, conditam a maioribus suis, utique iura et iudicia sibimet extorquerent, egregia scilicet mercede, cum relegati in paludes et silvas contumeliam atque invidiam suam, praemia penes paucos intellegerent
A questo punto, ormai, non temo quale sia la vostra opinione su di lui, ma quanto siate disposti ad osare.

Temo cioè che voi, attendendo ciascuno che sia un altro ad assumere l'iniziativa, siate immobilizzati non dalla potenza di lui - che è fragile e guasta - ma dalla vostra inerzia, grazie alla quale si può tranquillamente depredare e apparire "fortunati" nella misura in cui si ha fegato. In effetti, a parte i suoi sgherri macchiati di delitti, chi è dalla sua parte? Chi non vorrebbe cancellata ogni cosa, tranne, naturalmente, le sue vittorie?

Forse i suoi soldati, se a spese del loro sangue si sono accumulati beni per un Terula, per uno Scirto, la feccia degli schiavi? O forse quelli ai quali, nell'assunzione delle cariche, è stato anteposto un Fufidio, un'infame servetta, disonore di ogni magistratura? Perciò la maggiore fiducia io traggo da quell'esercito vittorioso, che a prezzo di tante ferite e di tante fatiche altro non ha guadagnato che un tiranno. Non si pu? certo pensare che quegli uomini siano partiti per sopprimere quella potestà tribunizia che fu instaurata con le armi dai loro avi, e meno ancora per strappare a se stessi i propri diritti e i propri tribunali. E tutto ciò per un bel guadagno davvero! Loro, relegati in paludi e foreste, a vedere oltraggi e odio per sè, vantaggi solo per pochi altri!

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-11-21 23:51:18 - flow version _RPTC_G1.1