LA STRAGE DI VAGA - Sallustio versione latino Maiorum lingua

La strage di Vaga
Versione latino Sallustio libro Maiorum lingua c, pag. 169 n° 247

Testo latino Iugurtha postquam bellum incipit, cum magna cura parare omnia, festinare, cogere exercitum, civitatis, quae ab se defecerant, formidine aut ostentando praemia adfectare, communire suos locos, arma, tela, servitia Romanorum allicere et eos ipsos qui in praesidiis erant pecunia temptare, prorus nihil intactum neque quietem pati, cuncta agitare.

Giugurta, dopo che ebbe ripreso la guerra, preparava tutto con grande cura e la massima fretta, raccoglieva un nuovo esercito, cercava di far tornare a sé le città che si erano ribellate con il terrore e mostrando ricompense, fortificò i capisaldi, riparava o acquistavi armi e frecce, raccoglieva gli schiavi dei Romani e corrompeva con il denaro loro stessi che erano nei presidi, insomma non lasciava nulla intatto né tranquillo, muoveva ogni cosa.

Allora a Vaga, dove Metello aveva posto un presidio, i capi delle città avevano ordito una congiura, infatti il popolo, come soleva la maggior parte e soprattutto in Numidia, era di indole volubile, turbolenta e litigiosa, desiderosa di cose nuove, avversa alla tranquillità e all’ozio.

In seguito, in un giorno festivo, chi l’uno chi l’altro invitavano nelle loro case i centurioni, i tribuni militari e lo stesso prefetto della città, Turpilio Sileno; massacrarono tutti loro eccetto Turpilio durante il banchetto. Dopo, come soleva in quel giorno, i soldati vagando inermi furono aggrediti. La plebe fece lo stesso, alcuni informati dalla nobiltà, altri ancora spinti dall’interesse di tali cose.

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-11-21 23:51:36 - flow version _RPTC_G1.1