Oscure trame di Catilina

Catilina igitur C. Manlium Faesulas atque in eam partem Etruriae, Septimium quendam Camertem in agrum Picenum, C. Iulium in Apuliam dimisit.

Dunque Catilina mandò C.

Manlio a Fiesole e in quella regione dell’Etruria, un certo Settimio di Camerino nel territorio del Piceno, C. Giulio in Puglia. Nel frattempo a Roma macchinava molte cose nello stesso tempo : tendeva agguati ai consoli, preparava incendi, presidiava le posizioni esposte agli attacchi nemici con uomini armati. Lui stesso esortava i suoi ad essere

background-color: #e4eaf2;">sempre attenti e pronti. Infine convoca di nuovo i capi della congiura presso M. Porcio Le ca, e lì dopo essersi lamentato molto della loro inerzia, informò che aveva mandato Manlio presso quella banda, che aveva preparato ad impugnare le armi, e che aveva mandato pure altri in altri luoghi secondo convenienza, affinché dessero il via alla guerra e che egli stesso bramava di partire per raggiungere l’esercito.

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-11-21 23:51:36 - flow version _RPTC_G1.1