Ritratto del giovane Giugurta - LATINO AD HOC versione latino Sallustio

Ritratto del giovane Giugurta
versione latino Sallustio traduzione libro latino ad hoc

Cum Iugurtha adolevit, pollens viribus, decora facie, sed multo maxime ingenio validus, non se luxui neque inertiae dedit, sed, ut mos gentis illius est, equitare, ...

Iugurta appena fu diventato adulto prestante, di bell'aspetto, ragguardevole soprattutto per la grande intelligenza, non si dedicò al lusso e alla pigrizia, ma, secondo l'uso di quel popolo, cavalcava, lanciava il giavellotto; gareggiava con i coetanei nella corsa e superava tutti in gloria, tuttavia era caro a tutti; inoltre spendeva la maggior parte del tempo nella caccia, colpiva per primo o tra i primi il leone e altre bestie;

faceva moltissimo e parlava pochissimo di se. All'inizio Micipsa era stato lieto di queste cose: riteneva infatti che il valore di Giugurta sarebbe stato un vanto per il suo regno, tuttavia, dopo aver capito che quel giovane cresceva sempre di più mentre lui era già anziano con figli piccoli, si preoccupava molto per tal fatto, rivolgendo in sé molti pensieri.

Lo spaventava la natura degli uomini, avida di potere e pronta e soddisfare le passioni dell'animo, inoltre le opportunità della sua età e dei figli, che spinge anche uomini mediocri con la speranza di successo, e infine l'affetto dei Numidi che era molto acceso nei confronti di Giugurta.

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-11-21 23:51:19 - flow version _RPTC_G1.1