La dura vita dei germani - Lectio brevior

versione latino Seneca traduzione libro lectio brevio

Ad tenuandam malorum duritiem animus patientia pervenit, quae quid efficere possit scies, si aspexeris quantum in nationibus nudis et inopibus labor possit.

Attraverso la sopportazione l'animo arriva a smorzare la durezza dei mali;

quali cose possa ottenere lo saprai se tu considererai di che cosa la fatica sia capace presso genti molto povere e prive di mezzi. Prendi in esame tutti i popoli al di fuori del mondo sottoposto alla pace romana; mi riferisco ai Germani e tutte le genti che vagano attorno all'Istro; le opprime un inverno perpetuo, un cielo grigio e avvilente; un terreno sterile le sostiene a stento; si difendono dalla pioggia con steli e frondi;

camminano a balzi sugli stagni induriti dal ghiaccio; cacciano gli animali per cibarsene. Non hanno nessuna abitazione e nessuna sede fissa ad eccezione di quelle che la spossatezza mette a disposizione ogni giorno; un vitto miserrimo dev'essere procacciato con le mani;

il clima è terribilmente avverso; i corpi non sono coperti; quello che a noi sembra calamitoso per tante genti è vita. Perchè ti meravigli che gli uomini valenti siano strapazzati dalla Fortuna, per venire rafforzati? Non c'è albero saldo e forte se non quello contro cui il vento si avventa di frequente: infatti è consolidato dalle stesse scosse violente e pianta nel terreno radici ferme. Delicati sono gli alberi cresciuti in valli soleggiate

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-21 10:14:50 - flow version _RPTC_G1.1