La sorte è immutabile e fissa (Versione latino Seneca)

La sorte è immutabile e fissa
Autore: Seneca
es. 78 pag. 81 da Per Litteras

Tuum illic, Marcia, negotium actum, tibi Areus adsedit;

muta personam -- te consolatus est. Sed puta, Marcia, ereptum tibi amplius quam ulla umquam mater amiserit -- non permulceo te nec extenuo calamitatem tuam: si fletibus fata uincuntur, conferamus; eat omnis inter luctus dies, noctem sine somno tristitia consumat; ingerantur lacerato pectori manus et in ipsam faciem impetus fiat atque omni se genere saeuitiae profecturus maeror exerceat. Sed si nullis planctibus defuncta reuocantur, si sors inmota et in aeternum fixa nulla miseria mutatur et mors tenuit quidquid abstulit, desinat dolor qui perit. Quare regamur nec nos ista uis transuersos auferat. Turpis est nauigii rector cui gubernacula fluctus eripuit, qui fluuitantia uela deseruit, permisit tempestati ratem; at ille uel in naufragio laudandus quem obruit mare clauum tenentem et obnixum.


In quella situazione, o Marcia, si trattò (proprio) il tuo caso : Ario è come se avesse assistito e consolato te. Ma considera pure, o Marcia, che la perdita che hai subito sia più grande di quella che abbia subito qualunque altra madre - non cercherà per te facili conforti, né minimizzo la tua sciagura: se il destino si vince con le lacrime, ebbene sia. L'intero giorno trascorra nel lutto, la tristezza insonne rodi pure la notte;

le mani infieriscano sul petto lacerato, s'infierisca anche sul volto, e l'afflizione si sfoghi pure in ogni suo aspetto: ne trarremo giovamento.
Ma se le lacrime non valgono a resuscitare i morti, se il destino - ineluttabile - non si cambia soffrendo e la morte avvinghia ciò che ha rapito, (allora) un dolore che viene scialacquato cessa (d'aver ragione d'esistere). Perciò, dominiamoci, e codesta violenza ( non ci svii.
Merita onta un pilota di nave, cui un cavallone abbia strappato via il timone, che abbia abbandonato le vele in balia dei venti, che abbia arreso la nave alla tempesta; di contro, è degno di lode il pilota che il mare ha ricoperto mentre ancora si teneva stretto e avvinghiato al timone.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-24 00:05:46 - flow version _RPTC_G1.1