Una memoria straordinaria

Sed cum multa iam mihi ex meis desideranda senectus fecerit, ..... cum plures quam ducenti efficerentur, ab ultimo incipiens usque ad primum recitabam

Sebbene la vecchiaia mi faccia ormai desiderare molte delle mie capacità, abbia indebolito l'accortezza degli occhi, abbia diminuito il senso dell'udito, abbia indebolito la saldezza dei nervi, ora queste cose che ho ripetuto,  è di tutte le parti dell'animo la memoria (quella) la più delicata e fragile, contro la quale per prima  la vecchiaia assale.

Non nego che un tempo questa si trovava in me così vigorosa che non solo bastava all'impiego, ma arrivava persino al miracolo;

infatti ripetevo anche duemila nomi nell'ordine in cui erano stati detti e recitavo, iniziando dall'ultimo fino al primo, ciascun verso recitato da ognuno di coloro che erano venuti ad ascoltare il maestro con me, anche se assommavano a più di duecento.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 23:07:21 - flow version _RPTC_G1.1