Augusto e lo studio del greco (Versione Svetonio)

Augusto e lo studio del greco
versione di latino e traduzione

Graecarum disciplinarum diligenti studio tenebatur: in quibus longe prestitit, magistro dicendi usus Apollodoro Pergameno, quem iam grandem natu Apolloniam quoque secum ab Urbe iuvenis adhuc aduxerat.

neque tamen tantum avaluit ut loqueretur expedite aut componere aliquid graece auderet: nam si quid res exigeret, latine formabat vertendumque alii dabat. In evolvendis utriusque linguae auctoribus, potissimum sectabatur praecepta et exempla publice vel privatim salubria, aeque, ad verbum excerpta, aut ad familiares, aut, ad domesticos, aut as exercitum provinciarumque rectores, aut ad urbis magistratus plerumque mittebat prout quique monitione indigeret
Si dedicava allo studio diligente delle discipline greche nelle quali lungamente primeggiò poiché si serviva di Apollodoro di Pergamo come maestro del parlare, che benché già grande (di età), aveva portato con sè da Roma ad Apollonia fin dal'etàl.

Ma non arrivò a tanto da parlare in modo spedito o da provare a comporre qualcosa in greco infatti se qualcosa lo richiedeva scriveva in latino e dava datradurre agli altri. Nel leggere gli autori di ciascuna delle due lingue cercava soprattutto precetti ed esempi utili per la salute pubblica e privata e copiati per parola molto spesso li mandava sia ai familiari, sia ai duci degli eserciti e delle province, sia ai magistrati di Roma, con gli avvertimentii di cui ciascuno aveva bisogno.

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-11-21 23:52:10 - flow version _RPTC_G1.1