Gli spettacoli e i giochi - LINGUA MAGISTRA da Svetonio

versione latino traduzione dal libro Lingua Magistra vol. 1 pagina 434 numero 232

Spectaculorum et assiduitate et varietate et magnificentia omnes antecessit.

Per numero, varietà e magnificenza di spettacoli, (Augusto) superò tutti.

Egli afferma che, a suo nome, celebrò giochi pubblici quattro volte e ventitré volte per altri magistrati che erano assenti o mancavano di mezzi. Qualche volta ne celebrò anche nei differenti quartieri, con numerose scene, servendosi di attori che parlavano tutte le lingue; diede spettacoli non solo nel foro e nell'anfiteatro, ma anche nel circo e nei recinti per le elezioni e talvolta allestì soltanto di battute di caccia;

organizzò anche incontri di lotta fra atleti nel Campo di Marte, dove furono disposte panche di legno, ed inoltre una battaglia navale, per la quale fece scavare il terreno nei pressi del Tevere, dove ora si trova il bosco dei Cesari. Durante i giorni degli spettacoli istituì un servizio di guardia in città, perché non divenisse preda dei briganti dato l'esiguo numero di coloro che vi erano rimasti.

Fece esibire nel circo aurighi, corridori e bestiari, reclutati talvolta tra i giovani della migliore nobiltà. Inoltre organizzò spesso i giochi troiani tra ragazzi di età differente, perché pensava che era una nobile usanza antica mettere così in luce il valore di una stirpe illustre.

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-11-21 23:52:10 - flow version _RPTC_G1.1