I funerali di Cesare - Il tantucci laboratio versione latino Svetonio

I funerali di Cesare
versione latino Svetonio traduzione dal libro il tantucci laboratorio 2

Funere indicto rogus extructus est in Martio campo iuxta Iuliae tumulum et pro rostris aurata aedes ad simulacrum templi Veneris Genetricis collocata;

Indetto il funerale, fu innalzato il rogo in Campo Marzio, presso la tomba di Giulia, e, davanti alle tribune per gli oratori, venne sistemata una cappella dorata sul modello del tempio di Venere Genitrice;

e dentro fu collocato un letto d'avorio coperto d'oro e di porpora e sulla testiera un trofeo con la veste con la quale era stato ucciso. Durante i giochi furono cantate alcune cose atti al compianto e allo sdegno per il suo assassinio. I magistrati, anche già scaduti dalla carica, portarono il letto nel foro avanti alle tribune per gli oratori.

Mentre alcuni volevano cremarlo nel santuario di Giove Capitolino, altri decidevano (di portarlo) nella curia di Pompeo, improvvisamente due uomini cinti di spade e che tenevano due giavellotti per ciascuno, appiccarono il fuoco con due ceri accesi e subito la folla di quelli che erano intorno accumulò rami secchi e sedili delle tribune, e in più quanto era vicino come dono.

Poi i suonatori di flauto e gli attori scenici, tolta e strappata la veste che, usata nei trionfi, avevano indossato per la circostanza del momento, la gettarono tra le fiamme e i legionari dei soldati veterani con le loro armi, delle quali adornati celebravano le esequie.

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-11-21 23:52:10 - flow version _RPTC_G1.1