Pregi e difetti di Lucio Silla (Versione Svetonio)

Pregi e difetti di Lucio Silla
Autore: Svetonio

inizio Sulla gentis patriciae nobilis fuit...
Fine in paucis tempestatibus factus est
Siila fu di nobile stirpe patrizia, di un ramo però ormai quasi estinto per la mediocrità degli avi, assai colto nella letteratura greca e latina, di animo grande, avido di piaceri, ma più avido di gloria, dedito alla lussuria nel tempo libero.

Mai tuttavia la ricerca del piacere lo distolse dai suoi impegni. Eloquente, astuto e facile all'amicizia; la sua capacità di ingegno nel simulare (era) incredibile; prodigo di molte cose, ma soprattutto di denaro. Molti dubitarono se fosse più forte o più fortunato. Infatti, a proposito di quelle imprese che in seguito compì, non so se a parlarne si provi più vergogna o disgusto. . Siila, dopo che fu giunto in Africa e nel campo di Mario con la cavalleria, prima inesperto ed ignaro di guerra, in breve tempo divenne il più abile di tutti.

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-11-21 23:51:53 - flow version _RPTC_G1.1