Con un'astuto raggiro un prodigio è volto a favore di Roma

Da Valerio Massimo traduzione Libro Sistema latino
Servio Tullio regnante, cuidam patri familiae in agro Sabino praecipuae magnitidinis et eximiae formae vacca nata est. Quam oraculorum ...

Sotto il regno di Servio Tullio, ad un padre di famiglia che abitava nella campagna sabina nacque una vacca di dimensioni particolarmente grandi e di esimia bellezza.

Affidabilissimi interpreti di oracolirisposero che quella era stata fatta nascere dagli dei immortali per questo scopo: che chiunque l'avesse immolata in sacrificio a Diana dell'Aventino, la sua patria avrebbe conseguito il dominio su tutto il mondo.

Contento per questo, il padrone portò in gran fretta la vacca a Roma e poi la mise davanti all'altare di Diana sull'Aventino, per conferire ai Sabini il governo sul genere umano grazie al sacrificio di essa.

Il custode del tempio, informato della cosa, impose all'ospite la norma religiosa di non uccidere la vittima prima di essersi lavato con l'acqua del fiume vicino e, mentre lui andava verso il letto del Tevere, sacrificò lui stesso la vacca e rese la nostra città dominatrice di tanti stati e tanti popoli, rubando una vittima in nome della volontà degli dei.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 23:11:27 - flow version _RPTC_G1.1