Un eccessivo sentimento di vendetta ribalta l'esito di un caso giudiziario

Un eccessivo sentimento di vendetta ribalta l'esito di un caso giudiziario versione latino Valerio Massimo traduzione libro latino a scuola latino a casa

Q. Flavius a C. Valerio aedile apud Populum reus actus, cum XIII Tribuum suffragiis damnatus esset, proclamavit se innocentem opprimi...

Quinto Flavio, accusato davanti al popolo dall'edile Caio Valerio, sebbene fosse stato già condannato con i voti di tredici tribù, proclamò di essere condannato innocente. A lui Valerio rispose ugualmente ad alta voce che non gli importava niente se veniva condannato colpevole o innocente, purché fosse condannato. Con la violenza della frase rese favorevoli al (suo) avversario le restanti tribù. Aveva abbattuto il nemico, ma, mentre credeva con certezza di averlo mandato in rovina, lo rimise in piedi e perse la vittoria nel momento della vittoria stessa.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-21 10:17:34 - flow version _RPTC_G1.1