Una ricetta per un liquore di rose - LINGUA MAGISTRA da Apicio

Folias rosarum lino inseris et parvas facies, et vino multas infundes.

Post septem dies rosam de vino tollis et alias parvas folias novas similiter mittis; sic per dies septem in vino requiescent, et rosam eximis.

Similiter et iterum facies et rosam eximis et vinum colas; deinde, additto melle et rosatum conficies, sed rosam siccam et bonam mittes.

Similiter, ut supra, et de viola violacium facies, et additto melle temperabis.

Mescoli le foglie di rosa con il lino e le renderai piccole e ne cospargerai molte di vino.

Dopo sette giorni sollevi la rosa dal vino e ci metti allo stesso modo altre piccole foglie nuove; così per sette giorni riposeranno nel vino, poi togli la rosa.

Farai allo stesso modo e ripetutamente: togli la rosa e filtri il vino; alla fine con l’aggiunta di miele farai il rosato, ma metterai una rosa secca e buona.

Allo stesso modo, come sopra, dalla viola farai il violaceo e con l’aggiunta di miele lo stempererai.

Copyright © 2007-2020 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2020 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2020-02-15 17:16:16