Alcuni buoni consigli (versione latino Catone)

Avaritiam omnia vitia habere putabant.

Sumptuosus cupidus elegans vitiosus inritus qui habebatur, is haud laudabatur.


..... Item homines exercendo videmus conteri;

si nihil exerceas, inertia atque torpedo plus detrimenti facit quam exercitio

Reputavano che l'avidità avesse tutti i vizi.

Colui che era ritenuto prodigo, avido, elegante, affettato, lussurioso, vanesio, non veniva lodato. Era consuetudine vestirsi decorosamente nel foro, in casa quanto era sufficiente. Compravano a caro prezzo più i cavalli che i cuochi.

Non c'era riguardo per l'arte poetica. Se qualcuno si dedicava a questa cosa o si applicava ai banchetti, era definito un parassita.

Infatti la vita umana è quasi come il ferro. Se lo usi, si consuma; se non lo usi, tuttavia la ruggine lo rovina. Allo stesso modo osserviamo che gli uomini, lavorando, si consumano; se non fai niente, l'inerzia e il torpore fanno più danno del lavoro.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-16 00:31:34 - flow version _RPTC_G1.1