Doveri di una fattoressa (Versione latino Catone)

Doveri di una fattoressa versione latino Catone

Vilica ne nimium luxuriosa sit. Vicinas aliasque mulieres quam minimum utatur neve domum ....

Una fattoressa non sia troppo sregolata.

Approfitti il meno possibile delle vicine e delle altre donne e non le riceva a casa o a sè. non vada a cena fuori e non sia girellona. non compia riti divini e non incarichi qualcuno di farlo per lei senza l'ordine del padrone o della padrona: sappi infatti che è il padrone a compiere questi riti divini per tutta la famiglia. sia pulita: mantenga la fattoria pulita e in ordine: tenga il fuoco pulito e scopato quotidianamente prima di andare a dormire.

alle calende alle idi e alle none, quando sarà giorno di festa, ponga una corona sulla porta di casa (lett. nel fuoco), faccia in quei medesimi giorni sacrifici al lare familiare per la ricchezza. prepari cibo per te e per la famiglia avendolo cotto.

sia concesso avere molte galline e uova. abbia pere secche, sorbe, fichi, uve passe, sorbe in mosto e pere e uve in botti e mele cotogne, uve in vinacce e in brocche nascoste in terra e noci di preneste fresche in brocche nascoste in terra. abbia mele in botti e altri cibi che sono soliti essere messi in serbo e cibi selvatici da mettere diligentemente in serbo ogni anno. sappia fare farina buona e farro sottile.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-16 00:31:51 - flow version _RPTC_G1.1