Sull'agricoltura - De agricoltura (Versione Catone)

Vilicae quae sunt officia curato faciat;

Stia bene attento a quelli che sono i compiti della moglie del fattore: se te l'ha data in moglie il padrone, sii contento di lei e fà in modo che ti tema.

Perchè non si lasci attrarre troppo da lusinghe, abbia meno rapporti possibile con le altre donne che sono vicine e non le faccia entrare in casa o le faccia stare accanto a lei. Non vada a cena fuori, né abbia l'abitudine di passeggiare.

Non compia lei stessa riti religiosi, né tramite altre persone senza l'ordine del padrone o della padrona: sappia che a pensare agli dei per tutti è il padrone. Sia pulita e tenga la casa in ordine e pulita: badi a rassettare il focolare, prima di andare a dormire.

Alle Kalende, alle Idi, alle None, quando ci sarà un giorno di festa getti una corona sul fuoco e, nei medesimi giorni, preghi il Lare Familiare perché dia abbondanza. Abbia cura di preparare del cibo cotto per te e per gli schiavi. Abbia molte galline, uova, pere essiccate, sorbe, fichi e uva passita. Sappia fare la farina di buona qualità e il farro sottile

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-24 01:29:33 - flow version _RPTC_G1.1