Curare se stessi per curare gli altri

Οντος ποτε βατραχον εν τη λιμνη και τοις ζωοις πασι αναβοωντος·  "Εγω ιατρος ειμι και τα φαρμακα παντα μετα ακριβειας επισταμαι" αλωπηξ ακουουσα εφη· "Πως αλλους σωζεσθαι επιστασαι, σεαυτον χωλον οντα μη θεραπευων;". Ο μυθος δηλοι οτι παιδειας αμυητος υπαρχων ου τους αλλους παυδειν δυνατα.

Una rana una volta si trovava (lett.

participio) in uno stagno e levando un grido agli altri animali (diceva): "io sono un medico e conosco con esattezza tutti i farmaci . Avendola una volpe ascoltata dice: "come sei capace di salvare gli altri quando non sei capace di curare te stessa che sei una zoppa?" . La favola insegna: come può chi è profano di scienza insegnare agli altri?

Testo greco completo

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-09-17 00:23:38 - flow version _RPTC_G1.1