Il lupo e la pecora - Esopo versione greco da Greco terza edizione pag 159 n 79

IL LUPO E LA PECORA
Versione di greco di Esopo
TRADUZIONE dal libro Greco terza edizione - pag. 159 n. 79

TRADUZIONE n. 1

Un lupo, essendo morso da cani ed essendo oppresso da terribili dolori, si adagiò in una (qualche)

caverna e pianse per la mancanza di cibo, soffrendo tutti i mali per la fame e per la sete. Dovendo ormai abbandonare la vita, vedendo una pecora che si avvicinava alla caverna, (la) chiamò e chiese di portagli dell'acqua dal fiume che scorreva accanto:

" Se farai questo, diceva il lupo, avrai un gran de favore da me per sempre; oltre questi, se tu darai a me l'acqua, io mi guadagnerò un cibo a me stesso". La pecora rispose:

"Parli bene, o lupo; se io ti darò l'acqua, darò anche cibo; tu infatti userai me per cibo"

traduzione n. 2

Un Lupo essendo morso dai cani ed essendo afflitto da terribili dolori si sdraiò in un antro e si lamentava per la mancanza del cibo, soffrendo molti mali per sete e fame. Essendo ormai sul punto di morire, vedendo una pecora passare davanti all'antro, la chiamava chiedendo di portargli dell'acqua dal fiume che scorreva vicino.

"Se farai questo, disse il lupo, avrai da me una grande riconoscenza per sempre:

inoltre, se mi darai dell'acqua, io mi prenderò del cibo". La pecora rispose: "Dici bene, o lupo": "se io ti darò acqua, ti darò anche del cibo: infatti tu mi userai come cibo".

Copyright © 2007-2024 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2024 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2024-01-13 14:56:33 - flow version _RPTC_G1.2