Un'antica metamorfosi - Esopo versione greco Atena

Un'antica metamorfosi versione greco Esopo
traduzione libro Atena Esercizi pagina 235 numero 5

Ο νυν μυρμηξ το παλαιον ανθρωπος ην και τη γεωργια προσειχε, αλλα τοις ιδιις πονοις ουκ ηρκειτο (=ηρκεετο) αλλα και τοις αλλοτριοις εμπωφθαλμια (εποφθαλμιαω) αει και τους των γενοιτονων καρπους εκλεπτεν. Ο δε Ζευς ινα κολαζη αυτον δια την πλεονεξιαν, μετεβαλεν εις το ζωον ο οι νυν ονομαζουσι μυρμηκα. Ο δε την μορφην μετεβαλλομενος την συνηΘειαν ου κ ηλλασσε. Μεχρι γαρ νυν κατα τας αρουρας περιερχεται και συλλεγων τους πονους των αλλων και ακριβως φυλασσων τα ποριζομενα εν τη μυρμηκια εαυτω αποΘησαυριζει. Ο λογος δηλοι (=δελοει) οτι οι πονηροι καν τα μαλιστα κολαζονται τον τροπον ουκ αλλασσουσιν.

Anticamente quella che oggi è la formica era un uomo, e che si adoperava per l'agricoltura, ma non gli bastavano le proprie fatiche, ma desiderava sempre quelle degli altri e rubava i prodotti ( i frutti) dei vicini.

Allora, Zeus, per punirlo a causa della sua arroganza, lo trasformò nell'animale che quelli di oggi chiamano formica.

Quello, dunque, mutato nell'aspetto, non cambiava, però, l'abitudine. Infatti, ancora ad oggi, gira per i campi e, raccogliendo le fatiche degli altri e proteggendo accuratamente le cose che si è procurato nel formicaio, le accumula per se stesso.

La favola insegna che i malvagi, anche se vengono puniti al massimo grado, non cambiano l' indole.

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-10-21 10:07:04 - flow version _RPTC_G1.1