Alessandro adotta costumi persiani

Dal libro nova officina

Testo latino Post haec Alexander habitum regum persarum et diadema insolitum antea regibus macedonis, adsumit velut in leges eorum, quos vicerat, transiret.

Traduzione Dopo di ciò, Alessandro prende l'abbigliamento dei re persiani ed il diadema, in precedenza inusitato per i re macedoni, come se egli si conformasse alle leggi di coloro che aveva vinto.

Perché ciò per lui solo non fosse visto in modo troppo ostile, egli dà ordine che anche i suoi amici indossino una veste lunga di porpora e d'oro. Aggiunge a questo banchetti sontuosamente imbanditi, ed in conformità con la magnificenza regale arricchisce i banchetti con giochi.

Mentre realizzava ciò per gli interi accampamenti c'era indignazione di tutti: aveva degenerato dal padre Filippo al punto che ripudiava anche il nome della patria e faceva propri i costumi dei Persiani.

Ma perché non apparisse che fosse il solo ad essere divenuto succubo delle colpe di quelli che aveva assoggettato, permise anche ai suoi soldati, qualora qualora fossero presi nel rapporto di qualche donna del popolo vinto, di prenderla in moglie. Stimava infatti che sarebbe stato minore il desiderio di tornare in patria, se nell'accampamento avessero qualche immagine dei Lari (dei focolari)

Dal libro il nuovo latino a colori

Alexander vero palam cupiditates suas solvit continentiamque et moderationem in superbiam ac lasciviam vertit.

Alessandro per la verità diede liberamente sfogo alle sue passioni e trasformò continenza e moderazione in arroganza e lascivia. Ritenendo quasi troppo modesti per la sua grandezza i costumi patri e la disciplina dei re Macedoni, salubremente moderata, e il modo di vestire pubblico, emulava il fastigio della reggia Persiana pari alla potenza divina. Così pose attorno al capo il diadema di porpora orlato di bianco, quale aveva avuto il re Dario, e indossò una veste Persiana. Ed egli diceva di recare le spoglie dei Persiani, ma con esse ne aveva indossato anche i costumi e la tracotanza dell'animo seguiva la fastosità del modo di vestire. Aveva colmato di vesti Persiane gli amici ed i cavalieri - questi infatti erano i più importanti tra i soldati - che certamente le disprezzavano, ma non osavano rifiutare. I soldati veterani di Filippo, gente non abituata ai piaceri, aborrivano apertamente queste cose infettate dal lusso eccessivo e da costumi forestieri. Egli non ignaro che i migliori amici e l'esercito erano gravemente offesi, cercava di riacquistarne il favore con la generosità e con doni; ma, credo, per i liberi è amaro il prezzo della schiavitù.

Dal libro l'ora di latino

Alexander, Macedonum rex, palam cupiditates suas solvit continentiamque et moderationem in superbiam ac lasciviam vertit.

Alessandro in verità sciolse apertamente le proprie passioni e convertì la continenza e la moderazione in superbia e lascivia. considerando per così dire le proprie cose i costumi tradizionali la disciplina salubremente temperata dei re macedoni e l'abito civile di poco valore rispetto alla grandezza, emulava il fastigio della reggia persiana pari alla potenza delle divinità. E ad Alessandro fu gradito a tal punto che pose intorno al capo il diadema purpureo contraddistinto di bianco, come l'aveva il Re Dario, ed assunse la veste persiana. E lui in verità diceva di portare le spoglie dei persiani, ma aveva indossato con quelli anche i costumi, e l'insolenza seguiva la superbia e il modo d'essere morale (dell'animo). In verità affinché lo approvassero aveva colmato gli amici e i cavalieri - e questi infatti erano i più ragguardevoli tra i soldati - di vesti persiane che in verità le disprezzavano, ma non osavano rifiutarle, ma i vecchi soldati di Filippo, categoria dura ai piaceri, avversavano palesemente queste cose infettate dal lusso e dai costumi stranieri. Quello consapevole che i i più ragguardevoli tra gli amici e l'esercito erano gravemente offesi, tentava di riparare la grazia con la liberalità e i doni; ma, credo, che per i liberi il prezzo della schiavitù è sgradevole. (By Maria D. )

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-16 00:30:59 - flow version _RPTC_G1.1