Come si affronta la piazza in rivolta (Versione latino Giustino)

Come si affronta la piazza in rivolta
versione di latino di Giustino

inizio: in macedonia demetrius rex decesserat, filio philippo parvulo admodum relicto.

[…] … FINE: ut regnum reciperet, recusavit donec auctores sediotionis supplicio traderentur.

In Macedonia era morto il re Demetrio, dopo aver abbandonato l’assai giovane figlio Filippo. E a cui diedero il tutore Antiogo che, dopo aver preso in moglie la madre del bambino, desiderava essere eletto re. Poi interposto il tempo, essendo comandato con sedizione macedone chiuso nella reggia, compare in pubblico senza guardie del corpo, proteso nel popolo con diadema e abito di porpora, così rivolse la parola ai cittadini in tumulto: “Dono queste cose ad un altri, che o non sappia comandare o per il quale voi non proviate rincrescimento ad essere ai suoi ordini.

Non mi sfugge che il regno è invidioso, colmo non di gioie ma di lavori e pericoli”. In seguito si ricorda tra i macedoni i suoi benefici: come siano vendicate le ribellioni dei compagni per loro, come abbia fermato lui stesso i cardani e i tessali, che esultavano la morte di Demetrio, come, finalmente, non solo abbia difeso, ma anche aumentato la dignità macedone: “Se” disse “vi pentirete di questi benefici, io sono disposto ad abbandonare il comando e restituire l’incarico, che mi fu donato da voi.

Vi domando un altro re al quale possiate comandare, non sottomettervi”. Essendosi il popolo vergognato e chiedendo tutti a lui di riprendere il regno, respinse finché le autorità fossero assegnate al supplizio del tumulto.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-24 01:28:06 - flow version _RPTC_G1.1