I Galli devastano la Macedonia (Versione latino Giustino)

I Galli devastano la Macedonia
versione latino Giustino traduzione
libro Nova Officina
Cum Galli Epirum invasissent et legatos...termina: Qua re cives eum regem proclamaverunt.

I galli avendo invaso l'Epiro e avendo mandato gli ambasciaori della pace dal re Tolomeo, questo non volle accettare le condizioni, cosa di cui presto si dovette pentire.

Infatti i galli essendo stati fatti consapevoli per gli ambasciatori della loro deliberazione, dopo alcuni giorni attaccarono battaglia e produssero una grandissima strage, catturarono lo stesso tolomeo e avvinto da tre catene, lo condussero nel suo accampaento. e neppure i suoi comandanti provarono compassione, in quali comandarono di farlo uccidere.

Pochi dei macedoni chiesero la salvezza e pochi portarono la notizia della sconfitta in patria; tutti gli altri prigionieri furono persino uccisi. essendo stati fatti consapevoli di questa sconfitta i macedoni, chiusero le porte della città e tutti a difesa, le quali furono considerate ben preparate, si prepararono nelle fortificazioni.

fra le mura si combateva e la morte dei loro si compiangeva; come se si invochino gli dei alessandro e filippo. In tanta disperazione dei cittadini, Sostene, il qual i macedoni lo avevano proclamato principe dell gioventù, senza porre nessun indugio, riuni la mano dei govani e i galli, i troppo esultanti a causa della vittoria, pribi alla sua città. Con questa impresa i cittadini lo proclamarono re.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-24 01:28:06 - flow version _RPTC_G1.1