Il sogno Astiage e infanzia di Ciro (Versione latino Giustino)

Il sogno di Astiage e l'infanzia di Ciro
versione latino Giustino

Astyages, medorum rex, qui filiam habebat nomine Mandanam, quondam per somnum horrible monstrum vidit.

Astiage, re dei Medi, che aveva una figlia di nome Mandane, un giorno vide in sogno un orribile mostro.

Allora chiamò i magi, interpreti dei sogni, affinché gli spiegassero il sogno. Così i magi risposero ad Astiage: "Incombe sopra di te un grande pericolo: il figlio di Mandane sarà la causa di rovina del tuo regno. " Quando Mandane partorì un figlio, di nome Ciro, il re, spaventato dal sogno, ordinò in segreto ad Arpagone, persona amica e fedele, di uccidere il bambino.

Arpagone, sebbene riluttante, portò il bambino da un pastore e gli disse: "Il re ordina che il bambino venga portato nella foresta e là venga ucciso; se non avrai obbedito sarai ucciso. "Allora il pastore, commosso dall'innocenza di Ciro, tornò a casa portando il bambino con sé, e raccontò la cosa alla moglie.

Ma la donna, che aveva perso il primogenito a causa di una grave malattia, pregò l'uomo di non uccidere il bambino. "Ciro" disse "vivrà con noi! Porteremo ai soldati di Arpagone il corpo di nostro figlio". Il pastore accolse le suppliche della moglie, e così Ciro, nipote del re, ignaro delle sue origini, visse per molti anni nella casa del pastore.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-16 00:30:24 - flow version _RPTC_G1.1