Magnanimità e coraggio di Lisimaco predestinato al trono di Alessandro Magno - LABORATORIO LATINO versione latino Giustino

Magnanimità e coraggio di Lisimaco predestinato al trono di Alessandro Magno versione latino Giustino traduzione libro latino laboratorio
Erat Lysimachus inlustri quidem Macedoniae loco natus ...

Lisimaco era nato da una famiglia illustre della macedonia, ma tra tutta la nobiltà era il più famoso per virtù messe alla prova, che fu tanta in quello, che con grandezza d'animo vinse tutti, con i quali l'oriente era stato conquistato.

dal momento che alessandro magno aveva messo a conoscenza il filosofo callistene delle insidie che avevano preparato per lui, gli diede terribili torture per un orribile spettacolo per paura degli altri, allora lisimaco, avuta compassione di un così grande uomo, gli diede del veleno.

e alessandro sopportò questo di malanimo tanto che ordinò di esporlo ad un ferocissimo leone. ma alla vista di questo il rapido leone fece impeto, lisimaco introdusse la mano nascosta nel mantello nella bocca del leone e abbattè la lingua della fiera. essendo stato annunciato ciò al re lo stupore si trasformò in soddisfazione e lo considerò stimato per la fermezza di tanto valore.

si narra anche ciò : alessandro mentre scendeva da cavallo ferì per caso lisimaco in fronte con la punta di una lancia a tal punto che il sangue non potè essere fermato in altro modo se non che il re imponesse sulla testa di quello la corona che si era tolto per fasciare la ferita. questo fu il primo auspicio per lisimaco della grandezza reale.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-03-23 01:11:29 - flow version _RPTC_G1.1