Tomiri regina degli sciti - versione latino Giustino

Cyrus, subacta Asia et universo Oriente in potestatem redacto, Scythis bellum movit: erat illius gentis regina Tomyris.

Ciro, sottomessa l'Asia e ridotto tutto l'Oriente in suo potere, muove guerra agli Sciti: la regina di quel popolo era Tomiri.

Ciro, trasportate le truppe al di là del fiume Araxes, dopo essere avanzato un breve tratto nella Scizia, pose l'accampamento. Poi, simulata la paura, fuggendo, abbandonò l'accampamento e lasciò il vino e quelle cose che erano necessarie ad un banchetto. Essendo ciò stato riferito alla regina, mandò il il figlio giovinetto con la terza parte delle truppe a prendere Ciro.

Il giovane, essendo giunto nell'accampamento di Ciro, rinunciando ad inseguire i nemici - incredibile a dirsi - si diede al vino e al banchetto con i suoi soldati: così si tramanda che gli Sciti furono vinti più con l'ubriachezza che con un'azione di guerra.

Infatti Ciro, sapute queste cose, ritornando di notte uccise gli Sciti catturati nel sonno, insieme al figlio della regina. La regina, avendo perduto un così imponente esercito ed il figlio, volse l'animo alla vendetta e raggirò con pari inganno i nemici, esultanti per la recente vittoria. Infatti Tomiri, simulata sfiducia per la strage ricevuta, si diede alla fuga; così attirò Ciro in un luogo angusto e trucidò molti Persiani.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-24 01:28:41 - flow version _RPTC_G1.1