Crono divora i suoi figli

Ed egli temendoli li condusse nel Tartaro nuovamente, e dopo essersi unito alla sorella Rea, poiché Gea e Urano gli avevano fatto un vaticinio secondo cui sarebbe stato spodestato da un proprio figlio, si mangiò i nati.

E, poiché venne generata per prima, mangiò Estia, poi Demetra ed Era, dopo queste Plutone e Poseidone.Ma Rea, essendosi irritata per queste cose, giunse a Creta proprio quando era incinta di Zeus, e lo partorì nell'antro di Dicte.

E lo diede da allevare ai Cureti e a delle ninfe figlie di Melissa, Adrostea e Ide.Esse dunque nutrirono il fanciullo con il latte di Amaltea, mentre i Cureti armati nell'antro, facendo la guardia al neonato, stilavano assieme gli scudi affinché Crono non sentisse il pianto del fanciullo.

Così Rea diede da mangiare a Crono una pietra avvolta in fasce come fosse il figlio appena nato.

 

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 12:34:37