Ermes e lo scultore - Eulogos

Eulogos pagina 440 numero 162

Ερμης βουλομενος γιγνωσκειν ... παρα τοις αλλοις οντα ο λογος αρμοζει. (da Esopo)

Ermes, volendo sapere in quale stima fosse presso gli uomini, giungeva, rendendosi simile ad un uomo, al laboratorio di uno scultore.

E vedendo la statua di Zeus, chiede "Quanto (costa)? Dicendo quello:"una dracma", ridendo chiede: "quanto costa (lett. a quanto sta) la statua di Era.

Quello dice: "Ancora di più", vedendo il dio anche una propria statua pensa che gli uomini lo stimano molto (=περὶ πολλοῦ ποιέω = stimo molto) poiché è anche un messaggero e utile per i profitti.

Perciò il dio si informa: "Quanto (costa)?" e lo scultore dice: "(Ma) Se compri queste ti dono anche quella!". La favola è adatta ad un uomo vanaglorioso che non è in nessuna considerazione presso gli altri.

Testo greco completo

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-08-10 09:33:37