La scelta degli amici

Eulogos 2 pagina 35 numero 200

Δοκίμαζε τούς φίλους έκ τε της περί τον βίον ατυχίας και της εν τοις κινδύνοις κοινωνίας· τό μεν γαρ χρυσίον εν τω πυρί βασανίζομεν, τους δέ φίλους εν ταΐς άτυχίαις διαγιγνώσκομεν.

Οϋτως άριστα χρήσει τοις φίλοις, εάν μή προσμένης τάς παρ' εκείνων δεήσεις, άλλ' αυτεπάγγελτος αύτοϊς έν τοις καιροΐς βοηθης.

Όμοίως αίσχρόν είναι νόμιζε των έχθρων νικάσθαι ταΐς κακοποιΐαις και των φίλων ήττάσθαι ταΐς εύεργεσίαις.

Valuta gli amici sia dalla sventura nella vita che dalla partecipazione nei pericoli.

Infatti noi proviamo l'oro sul fuoco riconosciamo invece gli amici nelle disgrazie. Così ti presterai nel miglior modo possibile per gli amici, qualora non aspetti richieste da parte di quelli ma spontaneo corri in loro aiuto nelle necessità.

Allo stesso modo ritieni che sia turpe essere vinto dalle cattive azioni dei nemici ed essere superato dalle buone azioni degli amici.

Testo greco completo

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-08-10 09:33:27