Serse e la ripresa delle ostilità con i greci (Il Greco di Campanini)

IL GRECO DI CAMPANINI 2

μετὰ ταῦτα δὲ Ξέρξης ὁ τῆς Ἀσίας βασιλεύς, επει κατεφρονει μεν της Ελλαδος, ηχθετο δε τη συμφορα δεκατω ετει διακοσιαις μεν και χιλιαις ναυσιν αφικνειτο... ηγουμενοι δια την στενοτητα των χωριον την παροδον οιοι ειναι διαφυλαττειν. (da Lisia)

Dopo queste Serse, il re dell'Asia, poiché sottovalutava la Grecia ma era irritato per la sciagura, nel decimo anno, con 1.

200 navi ritornava e guidava una moltitudine così sterminata di esercito terrestre che sarebbe grande fatica elencare le schiere (che erano) con lui (e) che lo accompagnavano. Disprezzando (participio ὑπεροράω) sia la natura degli elementi sia le opere divine e gli intendimenti umani, si faceva strada attraverso il mare e costringeva la navigazione a procedere attraverso la terra, unendo l'Ellesponto e scavando il monte Athos, mentre nessuno gli si opponeva, obbedendo costretti alcuni, altri invece permettendoglielo volentieri.

Mentre i greci si trovavano così, gli ateniesi imbarcandosi sulle navi accorrevano in soccorso dell'Artemisio, mentre gli spartani e alcuni fra gli alleati (gli) si opponevano alle Termopili ritenendo di poter difendere il passaggio grazie all'angustia dei luoghi.

Testo greco completo

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 13:23:03