Eteocle e Polinice (Versione latino Igino)

Eteocle e Polinice versione latino Igino
traduzione libero Genetrix Europa pagina 91 Numero 3. 6
INIZIO: Polynices, Oedipodis filius, anno peracto regnum ab eteocle fratre repetit; FINE: Thebani victoria sunt potiti.

Polinice, figlio di Edipo, trascorso un anno chiese nuovamente il regno al fratello Eteocle;

quello non volle cederlo e così Polinice, con l' aiuto del re Adrasto, venne ad espugnare Tebe insieme a sette comandanti. Qui Capaneo, poiché diceva di aver preso Tebe contro la battaglia di giove (Zeus), salendo su un muro fu colpito da un fulmine; Anfiarao fu inghiottito dalla terra;

Eteocle e Polinice combattendo tra di loro si uccisero a vicenda. Mentre a Tebe si celebrava il loro sacrificio funebre, sebbene il vento fosse forte, tuttavia il fumo non andava mai da una sola parte. Mentre gli altri combattevano contro tebe e i Tebani diffidavano dai propri re, Tiresia, figlio di Erea, indovino, vaticinò che la città sarebbe stata liberata da qualla strage se fosse morto qualcuno della stirpe del drago.

Meneceo quando capì che lui solo tra i cittadini poteva garantire la salvezza, si lanciò da un muro; i Tebani ottennero la vittoria.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-16 00:35:39 - flow version _RPTC_G1.1