Le sirene - Versione latino di Igino da Il nuovo libro di latino

Le sirene Versione di latino di Igino LIBRO Il nuovo libro di latino

Sirenes, Acheloi fluminis et Melpomenes Musae filiae, Proserpinae raptu aberrantes, ad Apollinis petram venerunt, ibique Cereris voluntate, quod Proserpinae auxilium non tulerant, volaticae sunt factae.

Le sirene, figlie del fiume Acheloo e della musa Melpomene, vagando dopo il ratto di Proserpina, giunsero presso lo scoglio di Apollo, e lì per volontà di Cecere, poiché non avevano dato aiuto a Proserpina, furono trasformate in uccelli.

A queste era stato risposto che sarebbero vissute tanto a lungo quanto nessuno senendole cantare sarebbe passato oltre.

A queste fu fatale Ulisse: infatti con la sua astuzia poiché aveva navigato oltre gli scogli sui quli dimoravano, si gettano in mare. Da questi (lo scoglio) è chiamato Sirenide, che si trova tra la Sicilia e l'Italia.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-16 00:35:57 - flow version _RPTC_G1.1