Il rito operoso di un magistrato

Magnam cepi voluptatem, cum ex communibus amicis cognovi te, ut sapientia tua ..... Qunado secessus mei non desidiae nomen sed tranquillitatis accipient? Vale

Ho provato un grande godimento quando sono venuto a sapere da amici comuni che tu, come è adeguato alla tua saggezza, e hai pianificato e hai sopportato l'uscita dalla vita attiva, abiti con la massima allegria e ora per terra ora per mare tieni il corpo in esercizio, discuti molto, molto ascolti, leggi e rileggi molto, e benché tu sia competente in molte cose, quotidianamente tuttavia impari meglio qualcosa.

Così è opportuno che invecchi un uomo che ha gestito incarichi di grandissima importanza, che ha comandato eserciti. Infatti dobbiamo impiegare i primi tempi della vita e quelli intermedi per la patria, gli ultimi per noi stessi e le leggi stesse lo impongono, le quali restituiscono al riposo chi ha più di sessanta anni.

Quando mi sarà possibile, quando a causa dell'età sarà giusto imitare questo bellissimo esempio di riposo? Quando il mio ritiro riceverà il nome non di inerzia ma di tranquillità? Stammi bene.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-08-10 07:58:43