Unicità del fenomeno Roma - Polibio (Versione greco)

Unicità del fenomeno Roma versione di greco di Polibio e traduzione

τίς γὰρ οὕτως ὑπάρχει φαῦλος ἢ ῥᾴθυμος ἀνθρώπων ὃς οὐκ ἂν βούλοιτο γνῶναι πῶς καὶ τίνι γένει πολιτείας ἐπικρατηθέντα σχεδὸν ἅπαντα τὰ κατὰ τὴν οἰκουμένην οὐχ ὅλοις πεντήκοντα καὶ τρισὶν ἔτεσιν ὑπὸ μίαν ἀρχὴν ἔπεσε τὴν Ῥωμαίων, ὃ πρότερον οὐχ εὑρίσκεται γεγονός, τίς δὲ πάλιν οὕτως ἐκπαθὴς πρός τι τῶν ἄλλων θεαμάτων ἢ μαθημάτων ὃς προυργιαίτερον ἄν τι ποιήσαιτο τῆσδε τῆς ἐμπειρίας; Ὡς δ' ἔστι παράδοξον καὶ μέγα τὸ περὶ τὴν ἡμετέραν ὑπόθεσιν θεώρημα γένοιτ' ἂν οὕτως μάλιστ' ἐμφανές, εἰ τὰς ἐλλογιμωτάτας τῶν προγεγενημένων δυναστειῶν, περὶ ἃς οἱ συγγραφεῖς τοὺς πλείστους διατέθεινται λόγους, παραβάλοιμεν καὶ συγκρίναιμεν πρὸς τὴν Ῥωμαίων ὑπεροχήν.

Traduzione

Quale uomo può essere così scellerato o superficiale da non voler sapere come e con quale forma di governo quasi tutte (le città) del mondo abitato conquistate in meno di 53 anni, caddero sotto il comando assoluto dei Romani, cosa che non sembra che sia accaduta prima? E chi, ancora, così interessato a qualche altro spettacolo o impegno da ritenerlo preferibile a questa esperienza (così bella)? D’altra parte, quanto l’argomento della nostra trattazione sia straordinario e grande diventerebbe palese soprattutto così, se paragonassimo e confrontassimo con la superiorità dei Romani i più illustri tra gli imperi trascorsi, sui quali gli storici hanno composto la maggior parte delle loro opere.

release check: 2020-08-25 00:56:46 - flow version _RPTC_G1.1