Demostene - Sulla Pace 4

[4]Ἀκριβῶς δ' εἰδώς, ὦ ἄνδρες Ἀθηναῖοι, τὸ λέγειν περὶ ὧν αὐτὸς εἶπέ τις καὶ περὶ αὑτοῦ παρ' ὑμῖν ἀεὶ τῶν πάνυ λυσιτελούντων τοῖς τολμῶσιν ὄν, οὕτως ἡγοῦμαι φορτικὸν καὶ ἐπαχθὲς ὥστε ἀνάγκην οὖσαν ὁρῶν ὅμως ἀποκνῶ. Νομίζω δ' ἄμεινον ἂν ὑμᾶς περὶ ὧν νῦν ἐρῶ κρῖναι, μικρὰ τῶν πρότερόν ποτε ῥηθέντων ὑπ' ἐμοῦ μνημονεύσαντες.

4. O cittadini ateniesi, so perfettamente, che da voi parlare di sé stessi e ricordare i propri discorsi (che uno che da sé fece e di se stessi innanzi a voi fu sempre tra le cose molto gradevoli per coloro che osavano farlo), è cosa molto utile per coloro che osavano farlo, io così lo ritengo molesto e gravoso che pur vedendo che ce n'è necessità, tuttavia esito a farlo.

Credo d'altra parte che sarebbe cosa migliore per voi poter giudicare su quegli argomenti che io ora dirò se richiamaste alla mente pochi di quei discorsi fatti da me.

Copyright © 2007-2023 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2023 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2023-05-04 16:23:09 - flow version _RPTC_G1.1