Seconda Olintiaca paragrafo 3 e 4 - Demostene

Τὸ μὲν οὖν, ὦ ἄνδρες Ἀθηναῖοι, τὴν Φιλίππου ῥώμην διεξιέναι καὶ διὰ τούτων τῶν λόγων προτρέπειν τὰ δέοντα ποιεῖν ὑμᾶς, οὐχὶ καλῶς ἔχειν ἡγοῦμαι....

O Ateniesi non credo (ἡγοῦμαι verbo contratto indic pres 1a sing) (ἔχω con avv = essere) sia un bene ( διεξιέναι pres inf att διέξειμι)

spiegare la potenza di Filippo e attraverso questi discorsi esortarvi a fare ciò che si deve [fare]. Per quale motivo?

Perchè qualcuno potrebbe dire qualsiasi cosa a favore di queste cose, per quello sarebbe un motivo di onore ma per noi (πεπρᾶχθαι πράσσω inf perfetto)...(CONTINUA)

Copyright © 2007-2024 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2024 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2024-04-29 15:37:55 - flow version _RPTC_G1.3

Per visualizzare il contenuto richiesto
guarda un breve annuncio pubblicitario.