Frasi di latino tradotte by SkuolaSprint

A Babilonia, a Pella, ad Atene
A bono viro mala verba vitantur
A bono viro mala verba vitantur. Fecundas piros in amplo agro seritis
A Canne un agguato attende le truppe dei disertori
A Carthagine in Sardiniam classis mittitur, sed foeda tempestate
A Carthaginiensibus dux Hannibal constitutus est
A causa dell'ira di Nettuno
A causa della burrasca i marinai abbandonarono la nave
A causa della nebbia si scorgevano a stento le rive del fiume, gli ambasciatori del re
A causa della nebbia si scorgevano a stento le rive del fiume. Gli ambasciatori del re
A causa della penuria di acqua gli abitanti abbandonavano l'isola
A causa della pioggia l'aereo non è decollato
A causa delle eccessive piogge il fiume
A causa delle eccessive piogge il fiume Po inonda i campi e i villaggi
A causa delle tempeste e della minaccia dei pirati la vita dei marinai è pericolosa
A causa delle tenebre i marinai temono la rovina e non faranno vela verso la costa
A chi hai telefonato poco fa?
A chi hai telefonato poco fa? Che ha detto
A consule acre bellum gestum est. Limpidi fontis
A consule acre bellum gestum est. Limpidi fontis salubrem
A convivis musica auditur
A copiis castra idonea parabuntur
A copiis nostris Insubres debellati sunt
A Corinto i legati dei Romani offrono una tregua
A Diogene Carneades dialecticam didicerat. Nos ita a maioribus instituti atque imbuti
A domina amamini. Nauta a piratis
A domina ancillae ignavae
A domina filiae magna cum verecundia fabula de claris avis narratur
A Domitio domus statuis plena
A falsis amicis in rebus adversis desereris. Praefectus annonae
A feris Germanis Romanae copiae
A feris Germanis totae Romanae
A feris piratis multa pretiosa in insula
A fructibus cognoscitur arbor. Agere non loqui
A Gallia per Alpes ferrum argentumque Romam perveniebant. Perfugae ex pugna
A Gallis locus castris idoneus capitur. Ab amicis
A Germanis captivi saevis verbis in castra tracti sunt
A Germanis Romam legati de pace
A Germanis toti oppidi incolae necabantur. Roma Italiam totam
A Lacedaemoniis copiae pugnae gratia parabantur. Alexander paucas
A loro, a se stesso, da sé, di lui
A lupis agni fugantur. Avus Romanorum populi claram historiam
A magistro pueri puniti erant. A legatis pax petita erat
A maioribus nostris, Agricola, Graeci equi lignei dolo
A Marcello capita spesso di lasciare gli occhiali in ufficio. Non permetto mai
A me, a te, a noi, a voi
A me piacciono molto le cartoline illustrate
A me piace molto andare al mare, mentre voi preferite la montagna
A Milano c'erano molti
A molte alunne, con i bei libri, verso il tempio di Diana
A molti soldati era di ostacolo la paura
A multis virtus ipsa
A multis virtus ipsa contemnitur, Eodem tempore Critias ceterique tyranni
A natura nobis brevis vita dabitur si vitam male degemus. Postquam apud
A nessuno di voi due rivelerò la mia opinione
A nostris militibus hostium equitatus profligatus est et eorum impetum
A nostro giudizio nessuno batte i Cartaginesi in perfidia! Per la ferita
A nullo videbatur, ipse autem omnia videbat. Proelio vici in terra
A partire dalla fine del II secolo a.C. i Romani furono i dominatori del Mediterraneo
A patris constitutum est ut praetor cum exercitu statim in Urbem revocaretur
A Pella, a Roma, ad Atene, a Siracusa
A plebe Caesari a senatoribus Pompeio favebatur
A poeta Catullo amor foedus amicitiae appellatur
A poetis olim multae pulchrae fabulae cognoscebantur et tradebantur
A principe multae copiae relictae sunt ad oppidi
A proba matrona ancillae diligentia laudantur
A pueritia, post pugnam, in proelio
A rebus gerendis senectus abstrahit. Catilina ad dissimulanda omnis paratus
A rege Croeso Solon interrogatus est. Absolvam munera
A Roma, ad Atene, verso la capanna
A Romae incolis deus Mercurius
A Roma era costume che il generale vittorioso fosse portato in trionfo nella città
A Roma esistevano matrimoni di tre diverse specie: la confarreatio, la coemptio
A Roma il tempio di Giove si trovava sul Campidoglio
A Roma lo ius connubii, il diritto cioè di matrimonio fu concesso in origine solamente
A Romanis auxilia in Galliam mittuntur
A Romanis Iuppiter deorum hominumque pater et rex appellatus est
A Romanis matronis et a paeninsulae Italicae incolis
A Romanorum copiis castra saepe apud fluviorum ripas ponebantur
A scuola di latino 1 pagina 97 numero 59
A scuola di latino 1 pagina 101 numero 71
A scuola di latino 1 pagina 145 numero 35
A scuola di Latino 1 pagina 147 numero 41
A scuola di latino 1 pagina 162 numero 75
A scuola di latino 1 pagina 266 numero 54
A scuola di latino pagina 148 numero 44
A scuola di latino pagina 155 numero 57
A scuola di latino pagina 163 numero 78
A scuola di latino pagina 215 numero 73
A scuola i ragazzi imparano a memoria molti precetti
A scuola la maestra loda le allieve e dice: O ragazze, voi esercitate la memoria e studiate con costanza la storia della patria
A scuola le alunne diligenti leggono sempre molti racconti
A scuola leggiamo con gioia i libri di Virgilio e di Orazio
A scuola le scolare imparano la grammatica, la storia e la geografia
A scuola voi ascoltate la favola delle rane
A serva in silva lupa
A serva in silva lupa videtur et sagitta
A serva in silva lupa videtur et sagitta
A serva in silva lupa videtur et sagitta vulneratur
A servis patinae in mensa parantur

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-24 01:38:15 - flow version _RPTC_G1.1